è ò à









Antichissima è la storia dell'arpa, la sua origine si perde nei miti e nelle leggende. Simbolo di tutta una cultura, la sua storia è la storia dell'Irlanda. Suonata da musicisti professionisti che ne fecero un vanto ed una gloria nazionale, rimase in uso soltanto a pochi quando nella prima metà del '600 Cromwell ne fece distruggere una gran parte poiché esaltava il sentimento nazionale irlandese. A fine '700 i romantici furono attratti dal suo fascino e cominciarono ad interessarsene con ideale entusiasmo.
Lo strumento attuale ricalca i pochi modelli antichi rimasti ed ha una scala diatonica con un numero di corde variabile da 30 a 34 che, con l'applicazione di semitoni di metallo, è possibile programmare per diverse tonalità. In passato lo studio dell'arpa prevedeva una lunga trafila che durava dieci anni. Il difficile apprendimento dell'arte dello strumento passava attraverso l'acquisizione di tre requisiti: il primo, quando nessuno può ascoltare senza sciogliersi in lacrime; il secondo, quando nessuno può ascoltare senza essere preso da un irrefrenabile riso; il terzo, quando nessuno può ascoltare senza cadere in un sonno meraviglioso...
Official Web Site Celtic Harp - Irish Music